Salvatore Cicu fboff twoff ytoff

 

Insularità: Governo intervenga con una legge

InsularitàSettembre2017B

Rilancio la vertenza insularità: dopo il via libera alla risoluzione del Parlamento Europeo è ora che il Governo sostenga questa battaglia scrivendo subito una legge che riconosca i diritti delle nostre Isole. Sardegna e Sicilia non possono più aspettare.

Il Governo Nazionale non può più restare fermo di fronte alla strada aperta sul riconoscimento della condizione di insularità per la Sardegna e la Sicilia. La risoluzione approvata dal Parlamento Europeo, sulla quale il percorso da me inoltrato è proseguito in questi anni con successive interrogazioni alla Commissione Europea e prime importanti aperture verso la destinazione di nuove risorse per le regioni insulari, va ora sostenuto con una decisione forte e rapida, in conformità con quanto avvenuto fino ad oggi.

Da parte dell'Esecutivo è necessaria un'azione di dialogo e di negoziazione sul fronte europeo a favore della vertenza avviata in Europa, in modo da ottenere quelle compensazioni che la Sardegna e la Sicilia attendono da tempo, e soprattutto, l'applicazione dell'articolo 174 e la rivisitazione dei criteri del Pil, determinanti per disegnare in termini attuali la situazione reale occupazionale ed economica delle nostre Isole. Il Governo italiano ha un ruolo importante in questa battaglia, ora ci aspettiamo tanto e in tempi rapidi.

Dal riconoscimento della condizione insulare dipendono risultati necessari per le nostre Isole. Uno fra tutti, la fiscalità di vantaggio. Mi riferisco dunque alla partita sulla continuità territoriale aerea e marittima, alla mancanza di una concorrenza rispetto al prezzo dell'energia, all'isolamento delle nostre piccole medie imprese nel raggiungere una dimensione di internazionalizzazione, alla possibilità per la nostra Isola di poter rientrare all'interno degli Obiettivi 1 della nuova programmazione europea. Tutto ciò significa che occorrono regole necessarie che oggi non ci sono. Ma significa anche che oggi, le isole, mancano di finanziamenti dedicati. I regolamenti di cui oggi l'Europa dispone sono deboli e sono sicuramente da rivedere, da valutare e da rafforzare. Occorre un cambiamento sul quale il ruolo del Governo è determinate, soprattutto in termini di normazione immediata sul tema insularità, con una legge che sappia riconoscere i diritti necessari per le nostre isole.
Sardegna e Sicilia non possono più aspettare.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Twitter