Salvatore Cicu fboff twoff ytoff

 

Tirrenia: Schiaffo ai Sardi. Subito Interrogazione in sede UE

tirrenia

Da Tirrenia un altro schiaffo alla continuità marittima dei sardi. Giunta e Governo assenti ingiustificati. Subito un'interrogazione in sede europea. Il diritto alla mobilità ci può essere solo quando la Sardegna sarà protagonista delle scelte che riguardano i trasporti.

L'ennesimo schiaffo alla continuità territoriale. Né il Governo Regionale, né quello nazionale sono più garanti del diritto ai trasporti dei sardi. La politica del caro tariffe attuata dalla Tirrenia è la conferma di un'assenza ingiustificabile di Stato e Regione difronte al monopolio pericoloso degli armatori marittimi.

In merito alla decisione di Tirrenia di aumentare il prezzo dei biglietti, annuncio la presentazione di una specifica interrogazione in sede europea.

È necessario favorire un sistema virtuoso che favorisca il libero mercato, garantendo quella continuità che oggi non c'è. Il diritto alla mobilità per i cittadini dell'Isola ci può essere solo quando la Sardegna sarà protagonista delle scelte in materia e non più spettatrice.

Non solo. Occorre l'approvazione di una nuova legge sulla continuità territoriale marittima, per merci e passeggeri. Nello specifico, norme di attuazione dello Statuto speciale, per regolamentare qualità e tipologia dei servizi anche in situazioni come quella attuale in cui un unico armatore risulta titolare di tutte le sovvenzioni statali, la cui erogazione è disciplinata da una convenzione da 72,5 milioni di euro all'anno in scadenza nel 2020.

Serve una normativa speciale per la Sardegna, rispettosa delle disposizioni comunitarie e nazionali che disciplinano la materia dei trasporti. In definitiva vanno scritte nuove regole sulla continuità che confermino la copertura finanziaria in capo allo Stato, riconoscendo alla Sardegna un ruolo preminente nell'individuazione del contenuto degli oneri di servizio.

Seguimi su Facebook

Seguimi su Twitter